Bitcoin: Il calo dei prezzi del 10% è stato innescato da una trappola per tori ben piazzata?

Dopo essere salita a 12.000 dollari il 1° agosto, la Bitcoin ha registrato il suo più significativo ritiro quotidiano dopo il calo dell’8,24% del 10 giugno, con la BTC che ieri si è svalutata del 10,57%.

Mentre tale movimento ha visto il rally della Bitcoin fermarsi sulle sue tracce, nelle ultime ore, il cripto-asset sembrava mantenere una posizione di prezzo tra gli 11.000 e gli 11.200 dollari. Al momento della scrittura, la comunità dei crittografi era abbastanza divisa sul significato di tutto ciò.

Mentre la maggior parte dello spazio vanta un sentimento di mercato piuttosto ottimistico, si può ancora argomentare per una prolungata battuta d’arresto ribassista sui grafici.

Secondo i dati forniti da Santiment, quando la Bitcoin era sulla strada per raggiungere i 12.000 dollari, gli indirizzi attivi giornalieri non corrispondevano agli stessi con un proprio aumento. Come osservato nel grafico allegato, gli indirizzi attivi giornalieri avevano raggiunto un picco proprio prima che il Bitcoin si avvicinasse al suo punto di prezzo di 12.000 dollari. Infatti, in retrospettiva, i segnali che indicavano una correzione erano evidenti poiché gli indirizzi giornalieri erano in calo sul mercato, proprio prima che BTC precipitasse sui grafici. Santiment ha aggiunto,

„Ieri, mentre il prezzo ha continuato a salire verso i 12 mila dollari, nonostante il DAA sia sceso da 1,06 m di venerdì a 959 mila di sabato (un calo di ~-9,5%). Come risultato di questa divergenza ribassista, #Bitcoin è sceso a ~11k$ in fretta e furia (un calo di prezzo di ~-8,3%)“.

Bitcoin è stato redditizio al 98,54% fin dall’inizio; qual è la visione alternativa?

Danny Scott, CEO di UK Exchange Coin Corner, ha recentemente twittato che la Bitcoin è stata redditizia per oltre il 98% dei suoi giorni totali. Ora, per un investitore che è uno dei primi ad entrare nel mercato, il sentimento è tutto positivo.

Tuttavia, è stato anche veloce ad aggiungere che il Bitcoin ha superato gli 11.700 dollari per soli 62 giorni.

Lo scenario sopra descritto può essere visto in due modi. Per cominciare, il rally da qui in poi dipenderà in qualche modo dai nuovi acquirenti. Purtroppo, storicamente, Bitcoin non ha avuto molti acquirenti al di sopra del prezzo di 11.179 dollari.

Quindi, se prendiamo per buona la parola di Danny Scott e accettiamo che l’encierro non è ancora arrivato, la domanda principale da porsi è se i nuovi acquirenti saranno abbastanza rialzisti da entrare nello spazio a un prezzo così alto, piuttosto che aspettare un altro minimo?

Bitcoin Bull-Trap – È stato eseguito il 2 agosto?

In modo simile agli indirizzi attivi giornalieri, un’altra importante metrica a catena che è caduta proprio prima del rally è stato il volume di trading di Bitcoin. Come osservato dal grafico, tra il 27 luglio e il 1 agosto, il prezzo e il volume di trading di Bitcoin ha seguito una divergenza ribassista che può aver portato ad una trappola rialzista in cima. Pertanto, è altamente possibile che la vendita a $ 12.000 fosse dovuta a questa trappola toro.

Con il prezzo che si sta consolidando al momento, il mercato è ancora abbastanza rialzista. Tuttavia, considerando il fatto che il mercato anela di nuovo alle zone sopra i 12.000 dollari, è importante notare che BTC si sta dirigendo ancora una volta verso un territorio di trading senza carte di credito.